martedì 5 agosto 2014

domenica 23 marzo 2014

Sun in the city

Per me, un buon metodo per capire se una foto su cui sto lavorando mi piace davvero o meno, è quello di apportare le modifiche principali, che rendono la foto più o meno completa, e poi lasciarla lì un bel paio di ore. La sensazione che mi dà quando la riguardo è quasi sempre determinante e decido in quel momento se passare alle rifiniture o lasciar perdere. Ci sono delle volte però in cui il parere di una persona che vede la foto per la prima volta, può aiutare a far notare, in positivo o in negativo, qualcosa che si valutava diversamente fino a poco prima. Chiedo opinioni continuamente alle persone più vicine a me, soprattutto quando mi sento insicura di quello che sto producendo. Tantissime volte seguire il consiglio di un terzo mi ha spinto nella direzione giusta, come per questa foto. Avevo la reflex da poco più di un anno, facevo foto di continuo anche perché mia sorella mi esortava spesso a esercitarmi "Beh, oggi niente foto?!" e mezzora dopo ci stavamo organizzando per provare qualche scatto. Per me non c'è stato e mai ci sarà consiglio più giusto del "devi fare moltissime foto, devi scattare" perché è solo così che ho capito cosa mi piace fare, come usare la luce, quale luce, e tutto il resto.
Quel giorno eravamo a casa, Aprile 2011, e abbiamo iniziato a far foto in camera e fuori sul balcone. Reby ad un certo punto mi ha detto "e se mi mettessi così?!" assumendo la posa della foto e guardandola ho visto un bellissimo quadretto, una ragazza di città che si gode un po' di sole al di sopra del solito traffico dell'ora di punta,  una foto che dopo un paio di giorni mi ha fatto piangere di gioia e soddisfazione. 



In quel periodo seguivo molto PhotoVogue e postavo (con un buon riscontro) le mie foto, con la curiosità soprattutto di capire come potessero essere valutate da una redazione che doveva comunque mantenere alta una bandiera di stile e buon gusto. Ogni mattina una delle prime cose che facevo era accedere al sito e guardare ammirata la foto che veniva selezionata come foto del giorno, e dicevo a mia sorella "Te lo immagini se oggi trovo la mia!", e poi successe. Non era a casa lei quel giorno e la chiamai quasi in lacrime per dirglielo, perché quella foto era nostra, non era mia. E lei in realtà sembrava quasi se lo aspettasse che sarebbe arrivato quel momento prima o poi. Parlo di questa foto in particolare perché è uno dei ricordi più belli che ho, perché è stato grazie anche all'iniziativa di mia sorella se è stata fatta. Non mi é mai interessato prendermi tutti i meriti di un bel lavoro, trovo sia molto più bello gioire e dividere una soddisfazione con le persone che hanno contribuito a ottenere quel risultato. Mi emoziono ancora moltissimo quando rivedo la mia foto tra quelle di quei meravigliosi fotografi e non c'è critica che tenga riguardo PhotoVogue che possa farmi sentire meno onorata di questo riconoscimento, anzi!
Spero di poter rivivere prima o poi quella bellissima emozione!
Buona domenica :)


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...