venerdì 17 ottobre 2014

Butterfly effect

Rivedere queste foto del 2012 suscita in me una strana malinconia. 
Avevo scattato le due serie a qualche giorno di distanza l'una dall'altra, nello stesso campo. Era Aprile. 
Ho un ricordo bellissimo di quel periodo, dei miei stati d'animo, e queste foto descrivono alla perfezione i sentimenti che muovevano la mia passione in quei mesi. Facevo foto con più spensieratezza, animata da questo amore che da poco più di un anno mi stava facendo rinascere. E mi sembra di vederla, quella nuova energia da cui mi sentivo attraversata, in questi colori, in queste pose, in tutte le scelte che ci sono dentro queste immagini. 
Il mio rapporto con la fotografia è nel frattempo cambiato e sempre meno spesso mi ritrovo a "improvvisare un set" per puro divertimento, facendo affidamento all'ispirazione che spesso arriva nel momento stesso in cui guardi la scena attraverso la camera. Ultimamente cerco di organizzare e pianificare il lavoro il più possibile, ne deriva ovviamente un maggiore investimento di tempo e coinvolgimento di più persone e risorse, e da qui un crescente senso di responsabilità. 
Come ogni storia d'amore, anche questa con la fotografia ha bisogno di attenzioni sempre diverse e costanti, conosce alti e bassi, si interroga sul suo futuro, fa piangere, ti lascia senza forze e allo stesso tempo è la tua principale fonte di energia.
Non sempre è tutto semplice e divertente come quel giorno in questo campo pieno di fiori con la D3000 tra le mani, ma è sempre bello sentire le farfalle nello stomaco come quella volta e ogni singola volta.


2 commenti:

  1. Ottimo taglio. buon fine settimana
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maurizio, buon fine settimana anche a te!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...